L’arricchimento nutrizionale nei pappagalli

Foraging parrots
Gettyimages/tracielouise
Tempo di lettura: 3 minuti

In natura i pappagalli trascorrono diverse ore della giornata nell‘andare alla ricerca del cibo (foraging). Si tratta di una necessità presente anche nei pappagalli allevati in cattività. Diversi studi hanno dimostrato che i pappagalli in cattività scelgono di ricercare il cibo anche quando questo è liberamente disponibile, suggerendo una motivazione intrinseca.

Andare alla ricerca del cibo

In natura

In natura, a seconda della specie e della stagione, il tempo investito nella ricerca del cibo e nel cibarsi in senso stretto può variare dal 40% al 75% di una giornata, cioè da 4 a 8 ore al giorno. Queste attività iniziano non appena sorge il sole, con molte specie che volano regolarmente diversi chilometri al giorno per raggiungere le aree di alimentazione e ottenere il fabbisogno alimentare giornaliero. Ricerca, identificazione, selezione, manipolazione e il consumo di diversi alimenti come frutta, semi, noci, insetti, nettare e altri vegetali fanno parte di questa attività quotidiana.

La La rosella cremisi (Platycercus elegans) trascorre il 67% del tempo nutrendosi e ricercando il cibo.
L’amazzone di Portorico (Amazona vittata) ricerca il cibo per 4-6 ore durante la giornata.

Rosella cremisi (Platycercus elegans) trascorre circa 5 ore al giorno alla ricerca di cibo nella stagione non riproduttiva. Gettyimages/ Stefan Huwiler

In cattività

In cattività l’amazzone ali arancio (Amazona amazonica) trascorre solo 30 minuti alla ricerca di cibo perché le dimensioni della gabbia/voliera sono ridotte ed è quindi ridotto il fabbisogno di energia e di assunzione di cibo.
Sfortunatamente molti pappagalli in cattività non hanno quasi nessuna opportunità di ricercare il cibo: il loro cibo viene spesso fornito di routine in una ciotola/mangiatoia in un momento e in una posizione prevedibili in una forma prontamente disponibile e facile da consumare, senza ulteriore necessità di cercare o manipolare.

Questi inseparabili faccia rossa (Agapornis roseicollis) hanno cibo a sufficienza per un paio di giorni. Questa situazione limita la ricerca di cibo e quindi anche il tempo necessario per consumare il fabbisogno energetico giornaliero. Gettyimages/ Ian Grainger

Inoltre, se il pappagallo tenuto in cattività vive solo e in una gabbia di ristrette dimensioni atri due aspetti fondamentali del comportamento in natura vengono meno: il volo e contatto sociale con i conspecifici.

Alcuni comportamenti stereotipati potrebbero essere dovuti all’ambiente ristretto in cattività. Molti elementi di arricchimento ambientale sono pensati per sostituire l’aspetto di ricerca di cibo presente nel mondo naturale.

Qual è l’effetto della dimensione degli estrusi sul comportamento dei pappagalli?

I semi ed estrusi offerti in cattività non mostrano differenze significative a livello di tempo trascorso nell’andare alla ricerca di cibo.
Uno studio pubblicato nel 2010 dalla rivista Applied Animal Behaviour Science, ha sottolineato che estrusi di grandi dimensioni determinano un aumento significativo del tempo dedicato nell’andare alla ricerca del cibo e all’alimentazione circa cinque volte più lungo rispetto agli estrusi di dimensioni “tradizionali” (178 minuti al giorno o il 26% dell’attività diurna degli uccelli rispetto a 36 minuti per giorno o il 6% dell’attività diurna degli stessi).
In uno studio del 2011 gli autori Rozek e Millam verificano che l’amazzone ali arancio cerca di manipolare estrusi di dimensioni maggiorate anche quando estrusi di dimensioni standard sono a libera disposizione. Riesce/vuole sollevare pesi significativi (fino a 1,5 molte maggiori del suo peso corporeo) per accedere agli estrusi più grandi.
La dimensione del pellet offerto può incidere quindi in modo significativo sulle attività svolte dai pappagalli in cattività. Questo aiuta a ridurre il rischio di comportamenti stereotipati come l’auto deplumazione.

Musli Blend
Estrusi di dimensioni eterogenee e maggiorate favoriscono la ricerca di cibo (foraging). MÜSLI BLEND

Consigli pratici

Metodi aggiuntivi per fornire arricchimento nutrizionale sono l’inclusione di cibo all’interno di oggetti sul fondo della gabbia o appesi (frutta per esempio), l’utilizzo di rami, foglie, o trucioli (puliti) per nascondere gli alimenti, fornire noci intere che richiedono tempo per l’apertura.


BIBLIOGRAFIA

1. Magrath RD, Lill A: Age related differences in behavior and ecology of crimson rosellas during the non-breeding season, Aust Wildl Res 12:299–306, 1985.

2. Meehan C, Millam J, et al: Foraging opportunity and increased physical complexity both prevent and reduce psychogenic feather picking by young Amazon parrots, Appl Anim Behav Sci 80(1):71–85, 2003. VetBooks.

3. Rozek JC, Danner LM, et al: Over-sized pellets naturalize foraging time of captive Orange-winged Amazon parrots (Amazona amazonica), Appl Anim Behav Sci 125(1):80–87, 2010.

4. Garner JP, Meehan CL, et al: Stereotypies in caged parrots, schizophrenia and autism: evidence for a common mechanism, Behav Brain Res 145(1):125–134, 2003.

5. Kim LC, Garner JP, et al: Preferences of Orange-winged Amazon parrots (Amazona amazonica) for cage enrichment devices, Appl Anim Behav Sci 120(3):216–223, 2009.

6. Wolf P, Graubohm S, et al: Experimental data on feeding extruded diets in parrots, Proceedings of the Joint Nutrition Symposium Antwerp, Belgium, 2002.

7. Rozek JC, Millam JR: Preference and motivation for different diet forms and their effect on motivation for a foraging enrichment in captive orange-winged Amazon parrots (Amazona amazonica), Appl Anim Behav Sci 129(2):153–161, 2011.

8. Miller KA, Mench JA: The differential effects of four types of environmental enrichment on the activity budgets, fearfulness, and social proximity preference of Japanese quail, Appl Anim Behav Sci 95(3):169–187, 2005.

9. Lumeij JT, Hommers CJ: Foraging “enrichment” as treatment for pterotillomania, Appl Anim Behav Sci 111(1):85–94, 2008.

10. Ayala-Guerrero F: Sleep patterns in the parakeet Melopsittacus undulatus, Physiol Behav 46:787–791, 1989.

11. Van Hoek CS, King CE: Causation and influence of environmental enrichment on feather picking of the crimson-bellied conure (Pyrrhura perlata perlata), Zoo Biol 16:161–172, 1997.

Tags from the story
More from pasquale quitadamo

Il rosso negli uccelli: da dove deriva il canarino rosso?

Ara Macao, cardinale rosso, ibis scarlatto, tangara estiva: il rosso è un...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *