L’alimentazione dei conuri

Per i Conuri è consigliata una dieta ricca di frutta e verdura, pochi semi oleosi e germinati, facendo molta attenzione che l’alimentazione apporti ottime quantità di vitamine e sali minerali. La dieta deve essere il più varia possibile in modo da garantire al pappagallo una salute psicofisica corretta e la loro necessità biologica di cambiare gusto e di poter scegliere.

Anche i pappagalli rispondono, nella mente e nel corpo, a quel che mangiano. Quando offrite da mangiare al vostro pappagallo, pensate che è in grado di provare piaceri pari a quelli che provereste voi mettendovi a tavola. Nadia Ghibaudo

Ricerca costante

I pappagalli in natura trascorrono la maggior parte della giornata ( 75% circa ) alla ricerca del cibo. In cattività non devono mai mancare vegetali ricchi di Betacarotene ( vit. A ) che è presente nelle verdura di colore rosso/arancio ( carota, zucca, peperoni rossi, peperoncini piccanti… ); gli alimenti appartenenti alla famiglia dei cavoli/broccoli ( cavoli, broccoletti, cavolini di bruxelles ).
Fornire nelle ciotole vegetali freschi di 10 – 14 tipi , da scegliere tra quelle di stagione.

Valori indicativi grassi/proteine per una dieta ottimale:

Grassi 8%, proteine 14%.

Sun Conure parrot

Cosa dare ai nostri conuri

(ogni alimento in una ciotola, dobbiamo mettere a loro disposizione tutti i giorni almeno 5 ciotole):

  • Misto verdure crude e un paio di tipi frutta tagliati in misura gradita al pappagallo (dipende dal pappaggallo appunto, come regola generale meglio pezzi più grossolani), ogni giorno.
  • Minestrone asciutto di cereali o una zuppa asciutta di un paio di legumi, 4 volte alla settimana, mattino e sera tiepida.
  • Minestrone di verdure (senza prezzemolo) con cereali (pasta/riso/farro/orzo) di cui preferibile il farro per maggiore contenuto proteico, 3 volte a settimana, mattino e sera tiepido.
  • Misto cereali crudi biologici ed integrali ( farro, orzo mondo, quinoa, ….), ogni 2/3 giorni
  • Misto di cereali germogliati, 1 volta a settimana
  • Pellettati di ottima qualità per Conuri
  • Semi oleosi, tipo di girasole, oppure noci. Attenzione a non abbondare
  • Acqua fresca e pulita
  • Formula di imbecco per i nidiacei: è utile somministrarla agli adulti 1 volta a settimana miscelata con acqua tiepida seguendo le indicazioni sulla confezione del prodotto.

Perché la pappa da imbecco?

Oltre a rafforzare il concetto di cure parentali, questa pappa è importante come veicolo per somministrare farmaci o integratori alimentari oppure in caso di malattie debilitanti. Solitamente è molto gradita perché ricorda il cibo rigurgitato dai genitori per nutrire i piccoli nel nido. La temperatura ideale della pappa è attorno ai 30°-35°.

Pack_GRANIMBECCO

Appunti sull'alimentazione e mantenimento

  • VITAMINA A

I conuri (come gli Ecletti e alcune Amazzoni, come la fronte blu) hanno un elevato fabbisogno di vitamina A. Nelle Amazzoni, in particolare, questo più alto fabbisogno è legato ad una maggiore immunità contro malattie virali (poxvirus). Questa potrebbe essere una variazione finalizzata a massimizzare specifiche funzioni metaboliche. Dal punto di vista clinico, livelli di vitamina A compresi tra 5.000 e 10.000 UI/kg sono sufficienti a prevenire sintomi carenziali.

  • VITAMINA K

I conuri hanno un elevato fabbisogno di vitamina K dovuto alla frequenza della sindrome emorragica osservata in questa specie. Questa teoria potrebbe non essere valida perché la sindrome non è stata individuata con una dieta adeguata.

Nonostante l’eziologia della sindrome emorragica sia ancora poco chiara, è probabile che una dieta povera di vitamina K e calcio possa alterare il processo di coagulazione del sangue. Può essere alleviata con una supplementazione di calcio e una corretta dieta suggerendo che questa sindrome non dipende unicamente dalla vitamina k.

Orange-fronted Conure

  • INDOLE: vivacità e rumorosità

da considerare prima di ogni eventuale affido. Come per tutti i pappagalli, animali per loro natura sociali e monogami in linea di massima, è indispensabile che i conuri trascorrano del tempo durante la giornata con voi. La solitudine è un abuso e significa non conoscere e rispettare le esigenze etologiche del “vostro” animale.

  • QUANTO SPRECO!

Il vostro pappagallo tenderà a fare molto scarto del cibo che gli darete: questo è un comportamento innato. Rappresenta infatti un importante ruolo biologico dei pappagalli in natura; hanno il compito di spezzare il frutto, lasciar cadere la polpa e i semi per nutrire il popolo terricolo sottostante e per distribuire semi della piante del cui frutto si sono cibati. Quindi non preoccupatevi!

Caratteristiche

Aratinga spp.

Pyrrhula spp.

Nnndayus spp.

Cyanoliseus patagonicus

I conuri sono pappagalli di taglia medio-piccola dalla lunga coda e dal becco robusto; hanno un anello perioftalmico di pelle nuda o parzialmente impiumata.

Esistono 45 specie viventi di conuri, molte delle quali hanno come colore base il verde completato da altri in diversa associazione. Possono vivere fino a 20-25anni.

Alimenti/ciotola

  • verdure e frutta
  • legumi e cereali
  • minestra di verdure
  • cereali crudi
  • pellettati
  • acqua fresca e pulita
  • formula

Bibliografia

B. W. RITCHIE, G. J. HARRISON, L. R. HARRISON.1994. Avian Medicine: Principles and Application.Wingers Publishing, Inc., Lake Worth, Florida. Pp.74-75; p.400

ROSSKOPF WJ: Conure bleeding syndrome.. J Assoc Avian Vet 4:158, 1990

G.CONZO. 2001. Medicina degli Uccelli da Gabbia. Edagricole. p. 17

N.GHIBAUDO.2009. Conoscere il Comportamento dei Pappagalli, Gruppo Editoriale Castel Negrino. p. 24

Fonti

Avibase

 

Tags from the story
, ,
More from pasquale quitadamo

PYSJA TOUR – Scozia in bicicletta

Prima tappa del Pysja Tour, viaggio sostenibile dedicato alla conservazione delle pulcinelle...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *